In ottavo

Spettacolo nato grazie al progetto "Circo Contemporaneo FVG" e curato dalle storiche artiste del Circo all'inCirca

In scena

Le tre artiste

Assieme ai circensi e alle circensi neodiplomate che hanno preso parte al progetto "Circo Contemporaneo FVG", tre artiste che da anni danno vita ai progetti del Circo all'inCirca, in particolare dando vita ai corsi di acrobatica aerea. Si tratta di Silvia Di Landro che insegna palo cinese e acrobatica aerea, Irene Giacomello insegnante di acrobatica a terra, coordinatrice della scuola di circo e specificamente formata nella disciplina del trapezio, Valentina Bomben pedagoga e insegnante di acrobatica aerea ed in particolare di tessuti e cerchio. Nonostante collaborino con il Circo all'inCirca da diversi anni e da tempo realizzino performance e spettacoli, questa è la prima volta che lavorano insieme sul palcoscenico. L'occhio esterno coreografico proviene da Marco Pericoli, danzatore che collabora con il Circo all'inCirca. Se vuoi conoscerle meglio dai una occhiata qui.

In ottavo

un omaggio al mondo dei libri

Tre esseri che volano su trapezio, cerchio e palo cinese all'interno di una soffitta con la luce soffusa. Le tre acrobate sono accomunate dall'amore per i libri e per i mondi che si nascondono dentro le pagine di autori vecchi e nuovi. Nei tre differenti modi di vivere lo spazio in scena si nascondono molteplici universi di senso che nascono e muoiono non appena i libri si aprono e si chiudono. Così lo spettacolo prende il via dalle parole del Barone Rampante, ma subito una tempesta lava via dalla scena le velleità del giovane Cosimo e si apre una nuova pagina di un altro mondo. Sul palo cinese, il trapezio danza e il cerchio aereo le tre danzano esplorando le storie che di volta in volta si creano davanti ai loro occhi e portano con sé lo spettatore dentro tempeste, sogni immaginifici e abissi oceanici.

In ottavo è una modalità di piegatura della pagina stampata al fine di ottenere le pagine di un libro, nonché il titolo di una performance circense che è una piccola dichiarazione d'amore alla lettura.

Le date delle repliche